E’ vero che il terapeuta non giudica?

E’ vero che il terapeuta non giudica?

Il ruolo del terapeuta non è né quello di ‘giudicare’ né quello di ‘assolvere’. Il suo compito consiste, invece, nell’aiutare le persone ad essere più consapevoli di quello che fanno e soprattutto dei motivi per cui lo fanno. Anche i sintomi ritenuti dai pazienti più ‘fastidiosi’, hanno una loro precisa ragione di essere e sono la soluzione di compromesso che una persona ha saputo trovare per fare fronte alle sue paure e alle sue difficoltà. Per ridurne la portata e limitarli, fino a farli scomparire, è quindi necessario comprendere ed elaborare le ragioni che li sottendono, un lavoro che è molto difficile, se non impossibile, poter fare da soli.